Centouno cose da fare a Genova almeno una volta nella vita

In uscita il 26 novembre il libro grazie al quale sono andata alla scoperta degli angoli più nascosti della mia città, dei percorsi più affascinanti (spero) e delle storie, forse meno conosciute, che si sono svolte fra i vicoli di Genova.

Per chi crede abbia dimenticato qualcosa, un invito: suggeritemi i vostri posti preferiti, citati e non citati!

«Chi guarda Genova sappia che Genova si vede solo dal mare», cantava il genovese Ivano Fossati. E capita che dopo aver ammirato la città, stretta fra la lingua blu del Mediterraneo e i prepotenti Appennini, venga voglia di conoscerla meglio, di iniziare un nuovo viaggio alla scoperta di tutto ciò che ha da offrire. I centouno percorsi che si snodano attraverso la Superba vi accompagneranno per le vie del centro, negli antichi Palazzi dei Rolli e nelle storiche botteghe, mentre ripercorrete i passi di Fabrizio De André o contate i campanili che assordarono il giovane Charles Dickens chiuso nella sua Pink Jail. Vi porteranno al Cimitero di Staglieno per chiedere i numeri del Lotto alla statua della venditrice di noccioline di Lorenzo Orengo, o a mangiare un gelato a Boccadasse; vi condurranno in un tour poetico seguendo le tracce di Eugenio Montale e vi mostreranno come cercare di andare in Paradiso con l’ascensore di Castelletto. Un libro imperdibile per chi è di passaggio a Genova e per chi a Genova ci vive; per chi non si sente turista da manuale e per chi ha solo un paio d’ore di tempo libero da impiegare; per chi passa di fretta, ignaro dei piccoli tesori e delle storie che ogni quartiere custodisce e, soprattutto, per chi è innamorato di questa città e come tutti gli innamorati vuole scoprire anche i segreti più intimi di ciò che ama.

Genova come non l’avete mai vista!
Ecco alcune delle 101 esperienze:

– Passeggiare per via del Campo ricordando De André
– Salire (quasi) in paradiso con l’ascensore di Castelletto
– Pattinare… sul mare
– Inerpicarsi su una ripida crêuza de mä
– Doppiare Capo Horn senza muoversi da Genova
– Sentirsi giovani in piazza delle Erbe
– Mettere in pratica l’antica arte del mugugno
– Scoprire dov’è nato il gioco del Lotto a palazzo Ducale
– Fare ginnastica nella palestra della matematica
– Rivivere l’infanzia di Cristoforo Colombo
– Giurare amore eterno (con le dita incrociate) al Righi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...